Mosaico Greco:

 

Il mosaico a ciottoli Greco è certamente molto raffinato e rappresenta soggetti naturalistici, geometrici, mitologici
Il contorno delle figure si accompagnano con lamelle d’argilla per sottolineare i tratti del volto, volumi, gesti
Sempre di origine greca è l’invenzione dell’opus vermiculatum, con l’uso di sassi, marmi e pietre

Per quanto riguarda il mosaico a tessere, Plinio sicuramente non ha dubbi che sia un’invenzione ellenistica
Sfruttando l’opus vermiculatum i Greci inventano gli Emblemata
Sono mosaici quadro da inserire al centro del pavimento

Tali Emblemata sono circondati da seminati, tramature di sassi e tessere
Tessere dall’effetto più grossolano
O con un sistema decorativo più o meno importante

 

Mosaico Greco materiali:

 

Naturali: Ciottoli, sassi, marmi, rari frammenti ceramici e vetrosi

Colori: Naturali, legati alla terra e improntati alla quadricromia, bianco, nero, rosso, giallo

Superfici: Pavimentali, opache, uniformi, omogenee con tessere proporzionate e regolari

Soggetti: Storici, mitologici, naturalistici, teatrali, omerici, geometrici, decorativi

0 commenti

Invia un commento